Logo Alperia
Ultima ora

Xi in Francia, come è cambiato il ‘clima’ in Europa dalla visita a Roma

5 Maggio 2024

(Adnkronos) – Sbarca oggi in Europa il leader cinese Xi Jinping. Partito da Pechino nelle scorse ore è atteso in Francia nell’ambito di un viaggio che lo porterà poi anche in Serbia e Ungheria. Ad accompagnarlo, sottolineano i media ufficiali cinesi, ci sono tra gli altri la consorte Peng Liyuan, e il capo della diplomazia, Wang Yi. Risale al marzo del 2019 l’ultima volta di Xi in Europa. Venne in Italia per la firma degli accordi della Via della Seta, ormai archiviati. La Cnn rispolvera una foto di Xi con il capo di Stato Sergio Mattarella al Quirinale. In quell’occasione davanti a Xi si esibì anche il maestro Andrea Bocelli. Ma, passati cinque anni, in Europa molto è cambiato.  

“In molte capitali europee la Cina è vista sempre più come minaccia articolata. Ma ci sono divisioni all’interno dell’Europa su quanto velocemente e fino a che punto affrontare le preoccupazioni sulla Cina, sia in campo economico che in materia di sicurezza”, sintetizza Noah Barkin del German Marshall Fund of the United States citata dalla Cnn.  

L’Ue (domani a Parigi è previsto il trilaterale che vedrà allo stesso tavolo Xi con il presidente francese Emmanuel Macron e la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen) vuole vederci chiaro sui sussidi ricevuti dai fornitori cinesi di turbine eoliche destinate all’Europa. 

Ci sono stati i blitz negli uffici della Nuctech, colosso nel campo dei dispositivi per la sicurezza. Ci sono le pratiche commerciali di Pechino considerate “sleali”. E gli arresti di almeno sei persone scattati nei giorni scorsi in Germania e nel Regno Unito per sospetto spionaggio a favore del gigante asiatico.  

E questo viaggio di Xi, osserva la rete americana, è un’occasione per ‘corteggiare’ gli ‘scettici’ ma anche per dimostrare che nonostante un irrigidimento su alcuni fronti in Europa c’è sempre chi accoglie la Cina a braccia aperte. Una Repubblica Popolare che vuole assicurarsi che l’Europa non si avvicini ulteriormente agli Usa, che vanno verso le elezioni di novembre. 

Nei colloqui Xi insisterà con tutta probabilità sul messaggio che il “de-risking” è pericoloso per l’Europa. Dopo Parigi, e il faccia a faccia più ‘intimo’ con Macron negli Alti Pirenei, Xi si sposterà in Serbia e Ungheria, dove non dovrà sentire le critiche che a Pechino arrivano da altre capitali europee. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *