Logo Lidl Italia
Approfondimenti

Vaccino sanitari, per CdS obbligo è legittimo. ANAAO: «Deve prevalere interesse generale»

Grimaldi (Malattie infettive san Salvatore dell'Aquila): «Con vaccino stiamo salvando migliaia di vite»

21 Ottobre 2021

Il Consiglio di Stato ha stabilito che è legittimo l’obbligo di vaccinazione per il personale sanitario.

«Si è capito perfettamente che il vaccino funziona, è un gran prodotto, molto efficace  ̶  ha affermato Grimaldi  ̶ . La sentenza non fa altro che confermare la tendenza generale, la maggior parte degli operatori sanitari si è vaccinata, oggi non muoiono più gli operatori sanitari perché sono vaccinati, è crollato anche il tasso di infezioni degli operatori sanitari. Deve prevalere l’interesse generale sulle pulsioni dei singoli». Lo afferma a “L’Italia s’è desta” Alessandro Grimaldi, direttore dell’Unità operativa di malattie infettive dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila e segretario di Anaao Assomed Abruzzo.

 

«L’evidenza scientifica ci dice che in questo momento gli effetti gravi imputabili presumibilmente al vaccino sono 16 su oltre 80 milioni di dosi somministrate  ̶  prosegue Grimaldi  ̶ . Anche il discorso delle cosiddette miocarditi è stata in percentuale clamorosamente ridimensionata, così come la fake news sulla possibile infertilità causata dal vaccino. Di fronte a tutte queste evidenze scientifiche non capisco come ci possano essere medici che hanno dubbi, a questo punto dovremmo mettere in discussione qualsiasi terapia, non si capisce perché questa gente si ostini a non vaccinarsi ben sapendo che le conseguenze del Covid sono ben più gravi rispetto ai possibili effetti collaterali del vaccino. Io rispetto tutti e credo che ci debba essere sempre un dibattito aperto sulle questioni scientifiche, ma allo stato attuale l’evidenza è che con questo vaccino stiamo salvando migliaia di vite. I vaccini hanno fatto fare un balzo all’umanità notevole, poi che i vaccini come tutte le sostanze possano avere su alcune persone degli effetti collaterali su questo non ci sono dubbi, ma hanno effetti collaterali tutte le terapie e i farmaci che salvano la vita. Il dibattito dovrebbe essere su come vaccinare tutta la popolazione mondiale».

 

Sulla situazione Covid in Gran Bretagna, il segretario Anaao Assomed Abruzzo dichiara: «La Gran Bretagna è stato uno dei primi Paesi ad avviare una campagna di vaccinazione di massa, adesso sta scontando riaperture troppo disinvolte e l’abbandono dei dispositivi di protezione individuale. Non bisogna abbandonare i dispositivi di protezione individuale come le mascherine al chiuso. L’Italia da questo punto di vista sta dando un buon esempio».

 

Fonte: Dire

(ph: Imagoeconomica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *