Logo Alperia
Scienza e farmaci

Vaccino Covid, da EMA via libera a booster Sanofi

Studi disponibili mostrano che innesca anticorpi contro diverse varianti

10 Novembre 2022

Via libera dell’Agenzia europea del farmaco EMA al vaccino anti-Covid di Sanofi. Il Comitato per i medicinali a uso umano Chmp ha raccomandato di autorizzare VidPrevtyn Beta* per l’uso come richiamo negli adulti precedentemente vaccinati con un vaccino a mRna o a vettore adenovirale, spiega l’ente regolatorio Ue, annunciando l’approvazione. Il prodotto scudo sviluppato da Sanofi Pasteur contiene una versione della proteina Spike che si trova sulla superficie della variante Beta del virus Sars-CoV-2. E contiene anche un adiuvante, per aiutare a rafforzare le risposte immunitarie al vaccino.

 

Secondo il Chmp sono ora disponibili dati sufficientemente solidi sulla qualità, sicurezza e immunogenicità del vaccino per raccomandarne l’autorizzazione standard all’immissione in commercio nell’Ue. Analizzando le evidenze disponibili, gli esperti del Comitato Ema hanno concluso che una dose di richiamo di VidPrevtyn Beta dovrebbe essere efficace almeno quanto Comirnaty*, il vaccino di Pfizer-BioNTech, nel ripristinare la protezione contro Covid. E che i benefici superano i rischi.

L’agenzia aveva spiegato in più occasioni che l’obiettivo era ampliare l’insieme di vaccini aggiornati a varianti del virus disponibili in Ue. L’ultimo via libera va in questa direzione. Uno dei principali studi presi in esame per il vaccino Sanofi, condotto su 162 persone di età pari o superiore a 18 anni a cui è stato somministrato un richiamo di VidPrevtyn Beta o un vaccino di confronto (la versione originale di Comirnaty), ha mostrato che il booster Sanofi “innesca una maggiore produzione di anticorpi contro la sottovariante Omicron BA.1 rispetto al vaccino Comirnaty” non aggiornato. In un secondo studio principale, il richiamo con VidPrevtyn Beta ha ripristinato l’immunità contro diverse varianti di Sars-CoV-2 in 627 persone dai 18 anni in su che avevano precedentemente completato un ciclo di vaccinazione primaria con un vaccino mRna (Comirnaty o Spikevax*) o un vaccino a vettore adenovirale (Vaxzevria* o Jcovden*).

 

Fonte: Adnkronos Salute

(ph: )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *