Logo Alperia
Ultima ora

Ucraina, Zelensky a Kharkiv: “Situazione molto difficile ma sotto controllo”

16 Maggio 2024

(Adnkronos) –
La situazione nell’oblast di Kharkiv dal punto di vista militare è “estremamente difficile” a causa dell’offensiva russa, ma ancora “sotto controllo”. Lo ha dichiarato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, che oggi ha visitato la regione e ha ricevuto rapporti dai comandanti militari sulla situazione nel campo di battaglia. “La situazione nella regione di Kharkiv è generalmente sotto controllo e i nostri soldati stanno infliggendo perdite significative all’occupante”. Tuttavia, la situazione rimane “estremamente difficile: stiamo rafforzando le nostre unità”, ha dichiarato Zelensky in un post su Telegram. 

Secondo un rapporto dell’American Institute for the Study of War (Isw), l’intensità delle operazioni offensive dell’esercito di Mosca nel nord di Kharkiv continua a diminuire dopo che i militari russi hanno conquistato aree meno difese della regione. “Le truppe russe sono attualmente avanzate a non più di otto chilometri dal confine, nel nord dell’oblast. Le truppe russe possono facilmente lanciare attacchi di artiglieria contro le posizioni difensive ucraine vicino al confine e il divieto di uso di armi occidentali in territorio russo rende vulnerabili le posizioni di difesa ucraine”. 

 

La Russia accoglie con favore qualsiasi iniziativa di pace per l’Ucraina, questo argomento sarà discusso durante i colloqui in Cina. Lo ha detto il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov in un’intervista a Ren Tv. “Si discuterà sicuramente dell’Ucraina – ha aggiunto Peskov – In generale, salutiamo con favore qualsiasi iniziativa di pace e, naturalmente, a Mosca piace la visione della parte cinese sulle possibili prospettive, eventuali basi per risolvere la situazione”. 

“Conosciamo la situazione della parte ucraina che esclude qualsiasi dialogo anche dal punto di vista giuridico – ha detto ancora il portavoce del Cremlino – Quindi il processo sarà lungo, ma ci piace la posizione costruttiva della Cina”. 

“Cina e Russia ritengono che il modo corretto per risolvere la crisi in Ucraina sia una soluzione politica”, ha affermato dal canto suo il presidente cinese, Xi Jinping, durante una conferenza stampa congiunta con il presidente russo, Vladimir Putin, a Pechino. 

 

E’ stato sventato un attacco terroristico alla ferrovia della Crimea, preparato da due cittadini russi reclutati dall’intelligence militare ucraina. Lo riferisce il Servizio federale per la sicurezza della Federazione Russa (Fsb), aggiungendo che i due, “su istruzioni dei servizi speciali ucraini, stavano progettando di far saltare in aria la linea ferroviaria nel distretto Leninsky della Repubblica di Crimea”.  

Secondo l’Fsb, l’uomo è stato reclutato nell’ottobre 2023 tramite un servizio di messaggistica Internet da un dipendente della direzione principale dell’intelligence del Ministero della difesa dell’Ucraina, che in seguito ha reclutato il suo partner per svolgere compiti per i servizi speciali ucraini. 

 

La Russia ha perso 488.460 soldati in Ucraina dall’inizio della guerra, il 24 febbraio 2022, ha riferito lo Stato maggiore delle forze armate ucraine. Questo numero comprende 1.520 vittime delle forze russe subite nell’ultimo giorno. 

Secondo il rapporto , la Russia ha perso anche 7.529 carri armati, 14.538 veicoli corazzati da combattimento, 17.048 veicoli e serbatoi di carburante, 12.565 sistemi di artiglieria, 1.070 sistemi di razzi a lancio multiplo, 798 sistemi di difesa aerea, 351 aerei, 325 elicotteri, 10.028 droni, 26 imbarcazioni e un sottomarino 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *