Vivere sani

Tumore al seno e yoga: la pratica che aiuta il recupero fisico

La disciplina praticata in gruppo consente di superare meglio lo stress provocato dalla malattia

25 Giugno 2024

«La pratica dello yoga è nata per celebrare insieme a tutto il mondo questa scienza sacra e (in occasione della Giornata Mondiale dello Yoga che si è svolta il 21 giugno presso l’associazione Diaphorà di Latina, ndr) lo facciamo anche con la partecipazione delle allieve-pazienti che la Breast Unit dell’ospedale S. Maria Goretti di Latina ci invia periodicamente per svolgere con noi un programma di yoga in questo particolare momento della loro vita. Questa pratica ha effetti nel migliorare lo stato emozionale, contribuisce al rilassamento e aiuta ad un più rapido recupero dell’equilibrio psico-fisico della persona ovviamente associato alle “tradizionali” terapie che la paziente sta affrontando in quel momento». A spiegarlo intervistata dalla Dire è Giovanna Astuto, coordinatrice di “Yoga Insieme Latina” nel progetto in collaborazione con la Breast Unit dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

«Gli esercizi di yoga – ha proseguito la coordinatrice del progetto – che le nostre pazienti svolgono sono tarati sulle loro problematiche e sono personalizzati. In particolare, noi poniamo molta attenzione sul respiro che è il collegamento tra lo stato emozionale e il corpo. Sviluppando questa attenzione sul respiro si persegue un migliore rilassamento così da essere in grado di affrontare meglio qualsiasi problematica di salute».

«Lo yoga unisce tutti quanti, anche noi insegnanti che da diversi anni ci occupiamo di questo servizio (alle donne operate al seno dalla Breast Unit del Goretti, ndr) restituendoci tanto a livello emotivo. Perché l’arricchimento è reciproco sia per noi che per le pazienti-allieve. Un ringraziamento particolare al direttore della Breast Unit, Fabio Ricci il quale ha voluto fortemente questo progetto rientrato nei Pdta della Asl ma anche il dottor Roberto Tozzi che è il responsabile fisiatra», ha concluso Astuto.

Potrebbe interessarti anche:  Caldo record: i disturbi più frequenti e quando preoccuparsi

 

RICCI (GORETTI): «PIÙ ALTA SOPRAVVIVENZA»

«La nostra Breast Unit offre alle donne operate di tumore al seno dei Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali (PDTA) all’interno dei quali sono previste delle lezioni di yoga. La disciplina praticata in gruppo consente loro di superare meglio lo stress provocato dalla malattia e di condividere le “debolezze” individuali trasformandole in forza. Il beneficio non è solo in termini di benessere psico-fisico ma anche in sopravvivenza alla malattia. È notorio come l’aspetto psicologico possa influire sulla patologia stessa». A sottolinearlo all’agenzia Dire a margine dell’evento organizzato dalle insegnanti di “Yoga Insieme Latina” in occasione della Giornata Mondiale dello Yoga presso l’associazione Diaphorà, è il professor Fabio Ricci, direttore della Breast Unit dell’ospedale Goretti di Latina.

«Va detto che le maestre di yoga (di “Yoga insieme Latina” che collaborano con la Brest Unit dell’ospedale S. Maria Goretti, ndr) offrono gratuitamente la loro esperienza a servizio delle donne operate al seno. Tutto questo però non sarebbe possibile senza il supporto della Direttrice Generale, la dottoressa Sabrina Cenciarelli e di tutto il mio staff su tutti la Case Manager, la dottoressa Marcella Schembari e il coordinatore infermieristico Evangelista Fusco che tanto si prodigano affinché questo percorso sia virtuoso e che le nostre pazienti abbiano il massimo dei benefici possibili», ha concluso Ricci.

Potrebbe interessarti anche:  Benessere in casa

 

Fonte: Dire

(ph: Shutterstock)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *