Logo Alperia
Dall'Italia

Terremoto magnitudo 5.7 nelle Marche

Forte scossa avvertita in tutto il Centro Italia

9 Novembre 2022

La terra ha nuovamente tremato nel Centro Italia: epicentro sulla costa di Pesaro a una profondità di circa 8 chilometri, con magnitudo di 5.7. La scossa di terremoto è stata distintamente avvertita dalla popolazione soprattutto nelle Marche, Emilia Romagna, Abruzzo, Veneto, Umbria e Lazio questa mattina poco dopo le 7.

La scossa principale delle 7.07 è stata seguita alle 7.15 da un’altra di assestamento di più lieve entità. La magnitudo è stata stavolta di 3.1.

L’evento sismico ha suscitato non poca preoccupazione nella popolazione, in particolar modo in quella residente nelle Marche e nella vicina Emilia Romagna. Centinaia di persone hanno riferito di essere state sbalzate giù dal letto, molte si sono precipitate sotto tavoli e scrivanie, altre ancora si sono riversate in strada(ad esempio a Rimini) e sui social sono state pubblicate le immagini di alcune suppellettili cadute sui pavimenti e andate in frantumi ha raccontato fanpage.it

Sono oltre 30 le scosse registrate dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia con epicentri a largo della costa pesarese ed in alcuni casi di quella anconetana tra le 7.07 e le 9.24. La più forte alle 7.07 di magnitudo 5.7 a 31 chilometri da Fano e a 35 chilometri da Pesaro mentre le altre scosse hanno registrato una magnitudo compresa tra 4 e 2.

 

 

Verifiche in corso

I tecnici  hanno iniziato ad effettuare i sopralluoghi necessari ad appurare si vi siano stati danni ad alcuni edifici, in particolare a quelli più antichi e vetusti. Per il momento, tuttavia, non sono pervenute ai vigili del fuoco segnalazioni né richieste di soccorso.

 

Traffico ferroviario sospeso lungo la linea adriatica
Il traffico ferroviario lungo la linea adriatica è stato temporaneamente sospeso per consentire ai tecnici di effettuare sopralluoghi. Il sospetto, infatti, è che possano essersi disallineati i binari. Spiega Trenitalia: “Il traffico è sospeso in via precauzionale per verifiche tecniche a seguito di un evento sismico nei pressi di Ancona. In corso l’intervento dei tecnici per consentire la regolare ripresa del traffico ferroviario. I treni Alta Velocità, InterCity e Regionali possono registrare un maggior tempo di percorrenza fino a 60 minuti. Il treno FR 8806 Pescara (6:00) – Milano Centrale (10:54) è fermo dalle ore 7:05 tra Osimo e Camerano. Il treno FB 8851 Ravenna (6:15) – Roma Termini (10:57) è fermo dalle ore 7:23 a Fano. Il treno IC 604 Pescara (7:02) – Milano Centrale (13:40) è fermo dalle ore 7:43 a San Benedetto del Tronto.

 

Scuole e università chiuse per precauzione
In via precauzionale  sono state chiuse numerose scuole in diversi comuni marchigiani, come Pesaro, Jesi, Osimo, Senigallia, Ancona, Grottammare e San Benedetto del Tronto. Chiusa l’Università Politecnica delle Marche ad Ancona, mentre resta aperta quella di Camerino.

 

(Ph. Shutterstock)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *