Logo Lidl Italia
Focus Veneto

Tech4life: ecco la rete veneta per il biomedicale

Finanziata dalla Regione con i contributi Ue, sosterrà la ricerca in sanità

6 Settembre 2021

Promuovere la ricerca industriale di nuove tecnologie robotiche in ambito sanitario e lo sviluppo di dispositivi medici volti al miglioramento del benessere della persona; migliorare la fruibilità degli ambienti di vita privati e pubblici con l’efficientamento della telemedicina; sviluppare l’assistenza finalizzata a garantire una vita indipendente sfruttando le potenzialità tecniche della medicina rigenerativa, predittiva e personalizzata. Questi gli obiettivi della rete Tech4Life, presentata oggi a palazzo Balbi, Venezia, che coinvolge le università venete e il mondo delle imprese attraverso Confindustria, con risorse economiche della Regione Veneto.

 

Tech4Life, nata su iniziativa di Confindustria Verona, Veneto Centro e regionale, si occupa esclusivamente di biomedicale e coinvolge 538 Pmi e 10 grandi imprese venete, a cui si aggiungono sette dipartimenti universitari. Gli obiettivi della rete sono strettamente funzionali al contesto attuale, in cui il crescente fabbisogno sanitario e, conseguentemente i costi che ne derivano, pongono in primo piano il tema della sostenibilità dell’intero comparto. In sostanza, la rete sosterrà lo sviluppo di soluzioni domotiche, sensoristiche e tecnologiche in generale in grado di migliorare la qualità della vita dei soggetti in situazioni di invalidità, fragilità e malattia. Il contributo della Regione proverrà dai fondi messi a disposizione delle Reti di impresa, che nella precedente programmazione europea 2014-2021 ammontavano a un totale di 56 milioni di euro.

 

(ph: Shutterstock)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *