Logo Lidl Italia
BRANDED

Stent ureterale: tutto quello che c’è da sapere

Cosa cambia a seguito di un intervento e del posizionamento dello stent

13 Gennaio 2022

CHE COS’ È UNO STENT A DOPPIO LOOP (O JJ)?

A seguito di un intervento di calcolosi è molto probabile che venga posizionato uno stent a doppio loop (o JJ). Si tratta un tubicino sottile che all’interno dell’uretere facilita il transito dell’urina dal rene alla vescica.

Alle due estremità ci sono due riccioli (da qui il nome di stent a doppio loop o JJ): uno più affusolato si posiziona nella pelvi renale, l’altro si posiziona in vescica.

 

 

Esistono diversi tipi di materiali, con rigidità diverse, per soddisfare le esigenze di medico e paziente.

La composizione del materiale è importante per il comfort del paziente e ad oggi con l’avanzamento tecnologico esistono dei dispositivi che creano meno disagio e riescono a non impattare la vita quotidiana.

Ad esempio, il silicone è un materiale eccellente in quanto è altamente biocompatibile, flessibile e riduce il rischio di rigetto; infatti, è considerato il materiale migliore per impianti a lungo termine.

 

In generale, lo scopo dello stent è quindi quello di aiutare l’urina a fluire verso la vescica e a prevenire eventuali coliche renali.

Ma come funziona? Lo stent a doppio loop (JJ) dilata l’uretere, consente l’evacuazione agevole dei residui di calcoli ed evita l’ostruzione dell’uretere stesso. Facilitando al tempo stesso la guarigione della mucosa dopo la procedura.

Essendo un corpo estraneo nell’uretere, lo stent può comportare un certo disagio fisico; tuttavia, essendo posizionato internamente al corpo rimane invisibile. Dopo un lasso di tempo concordato con il chirurgo lo stent va rimosso, e generalmente è una procedura semplice che viene realizzata per via naturale (senza incisione) e non è invasiva per il paziente.

 

VIVERE CON UNO STENT

Una delle prime cose da sapere è che gli stent a doppio loop (JJ) sono inseriti nel corpo solo per brevi periodi di tempo, da un minimo di un paio di giorni fino a un massimo di pochi mesi, a seconda del caso. Dopodiché vengono rimossi durante una visita di controllo e l’intervento dura pochi minuti.

Vivere con uno stent può causare qualche fastidio o disagio fisico, ma poi in pochi giorni il rene si abitua e non influisce in modo significativo sulla qualità della vita. Basterà avere alcune accortezze per evitare dolori nella zona di stomaco e schiena come, per esempio, evitare eccessivi sforzi fisici. Dopo l’intervento non vi sono controindicazioni specifiche, potrai riprendere la tua vita sociale (potresti notare un aumento della frequenza e dell’urgenza nell’utilizzo della toilette), e la tua attività sessuale.

 

Dal punto di vista nutrizionale, potrai riprendere la tua alimentazione, in alcuni casi (in base alla natura del calcolo) il medico potrebbe consigliarti una dieta specifica.

Inizialmente, la presenza di questo stent può causare una sensazione dolorosa durante la minzione.

Il consiglio che possiamo darti per evitare sensazioni dolorose durante la minzione a causa della presenza dello stent è: bere, bere, bere abbondantemente. È molto importante assumere liquidi dopo l’intervento per urinare regolarmente senza forzare la minzione.

Seguendo queste linee guida e ascoltando il parere del tuo medico non ti accorgerai della presenza dello stent e continuerai la tua vita come prima dell’intervento chirurgico.

 

con il contributo incondizionato di Coloplast

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *