Logo Lidl Italia
POD SALUTE

POD SALUTE: Ricerca e comunicazione, lotta al cancro, Covid e allerta anestesisti, restrizioni e terza dose

Ascolta la puntata del 22 novembre 2021

22 Novembre 2021

Se il ruolo della scienza diventa troppo «autoreferenziale e arrogante pone le basi per credenze anti-scientifiche o al limite della stregoneria». A sostenerlo è il premio Nobel Giorgio Parisi, che ha tenuto oggi la lectio-magistralis a Roma, presso la Sapienza, dal titolo “Il senso della Scienza”. Ripercorriamo assieme le tappe fondamentali della lezione…

 

La Commissione europea ha concesso l’approvazione condizionata per una terapia di precisione contro una forma di cancro al polmone che colpisce ogni anno circa 37.500 persone nel mondo. Si tratta della prima terapia target autorizzata in Europa per il trattamento di questa tipologia di tumore polmonare.

 

Sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista internazionale Nutrients i risultati di un trial clinico condotto allo IOV e finalizzato a studiare l’effetto di una modifica dello stile di vita nel ridurre il rischio di sviluppare adenocarcinoma dell’esofago. Lo scopo della ricerca, durata due anni, è stato valutare l’effetto di un programma di moderata restrizione calorica e proteica sui fattori metabolico-ormonali modificabili.

 

Il raggiungimento dei 10mila nuovi casi di persone contagiate dal Covid.19, con un +95% di ricoveri ed un + 8% di presenze in terapie intensive sono segnali sempre più gravi e importanti. «Con queste cifre, nel giro di un mese il sistema ospedaliero delle terapie intensive rischia pericolosamente l’intasamento», questo l’allarme lanciato dalla Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva-SIAARTI.

 

E nel frattempo «il Governo si sta impegnando per evitare che il paese richiuda», come ha dichiarato la Ministra per gli affari regionali Gelmini, invitando ad accelerare sulla terza dose.

 

Intanto da oggi l’Austria è tornata in lockdown, il quarto da inizio pandemia, mentre il Ministro della sanità tedesca ha oggi tuonato: «Alla fine dell’inverno quasi tutti i tedeschi saranno vaccinati, guariti o morti». Preoccupa lo scenario nel resto d’Europa, e la Gb oggi ha dichiarato di non voler introdurre l’obbligo vaccinale.

 

Ascolta “Ricerca e comunicazione scientifica, lotta al cancro e prevenzione, Covid e allerta anestesisti, restrizioni e terza dose” su Spreaker.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *