Logo Lidl Italia
Economia e lavoro

Pil, Franco: «Chiuderemo 2021 al 6,2 o 6,3%, migliorerà anche il debito»

Il Ministro dell'Economia: «Taglio delle tasse per sostenere famiglia e competitività»

24 Novembre 2021

«Nella Nadef avevamo indicato una previsione di Pil del 6% quest’anno, è probabile che chiuderemo l’anno con un numero leggermente superiore, di un paio o tre decimi superiori» visto che la crescita acquisita è già al 6,1%. Lo dice il Ministro dell’Economia, Daniele Franco, nel corso dell’audizione in Senato davanti alle commissioni Bilancio.

«Anche il quadro di finanza pubblica sarà leggermente migliore, questo ci potrebbe consentire di chiudere con una flessione del rapporto debito Pil un po’ più accentuata», aggiunge.

 

«È importante che questi fondi (gli 8 miliardi per il calo delle tasse, ndr) vengano utilizzati per sostenere le famiglie e la nostra competitività ed è importante che questi interventi siano coerenti con i principi e con quello che si farà con la legge delega sul fisco», spiega il Ministro dell’Economia.

«Discutiamo degli 8 miliardi sul fisco che sono tanti, ma teniamo conto che i contribuenti quest’anno scaricheranno oltre 11 miliardi di lavori edilizi fatti negli anni scorsi. Poi ci sono i lavori di quest’anno che costeranno 25,5 miliardi sugli anni futuri. Con questa legge aggiungiamo altri 30 miliardi per i lavori che verranno fatti in futuro» conclude.

 

Fonte: Dire

(ph: Imagoeconomica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *