Logo Alperia
Economia e lavoro

Padova: sequestrato il cantiere allo Stadio Euganeo

L'impresa di costruzione ha subappaltato troppi lavori

8 Novembre 2022

Il cantiere dello Stadio Euganeo di Padova è sotto sequestro perché la gara con cui sono stati assegnati i lavori di rifacimento della curva sud e di costruzione di due palazzetti dello sport non sarebbe regolare. Secondo le indagini coordinate dalla Procura di Padova ed eseguite dal nucleo di Polizia economico finanziaria della Guardia di finanza, infatti, l’amministratore della società appaltatrice, che ha sede in provincia di Viterbo, avrebbe turbato la gara dichiarando una capacità imprenditoriale non veritiera, e soprattutto proponendo di eseguire i lavori nella metà del tempo previsto. Dopodiché avrebbe subappaltato una parte di lavori superiore a quella prevista dalla legge. Il tutto sarebbe avvenuto con l’aiuto di due funzionari pubblici del Comune, ovvero il responsabile unico del procedimento e il direttore dei lavori, che avrebbero lasciato correre le lacune procedurali e non avrebbero chiesto la risoluzione del contratto una volta appurate le irregolarità.

Per i due funzionari comunali è ora prevista la sospensione dell’esercizio pubblico ufficio per cinque mesi, mentre per il titolare dell’impresa aggiudicatrice dell’appalto è previsto il divieto di contrattare con le Pubbliche amministrazioni per cinque mesi, oltre all’iscrizione al registro degli indagati per il reato di turbata libertà degli incanti. Per il legale rappresentante dell’impresa a cui sono state subappaltate le opere, peraltro sprovvista dell’attestazione di qualificazione necessaria per l’esecuzione di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro, è infine disposto il divieto di contrattare con la Pubblica amministrazione per tre mesi.

 

Fonte: Agenzia Dire

(Ph. imagoeconomica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *