Logo Alperia
Approfondimenti

Ortopedia e Traumatologia: attesi 3mila partecipanti al 105esimo congresso SIOT

Appuntamento a Roma dal 10 al 12 novembre 2022

9 Novembre 2022

Ferite da cadute in monopattino elettrico o e-bike, traumi legati all’attività sportiva, terapia del dolore, prevenzione dell’Osteoporosi, tecniche per migliorare la comunicazione tra medico e paziente: sono solo alcuni dei temi di attualità, che naturalmente si affiancheranno alle trattazioni cliniche e scientifiche, scelti dalla SIOT (Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia) per la 105esima edizione del congresso annuale degli specialisti che si svolgerà a Roma dal 10 al 12 novembre prossimi.

 

Le tre giornate di lavori saranno ospitate nelle sale del Centro Congressi Rome Cavalieri Waldorf Astoria. Sono attesi 3mila partecipanti provenienti da tutta Italia e sono previsti simposi, tavole rotonde, lezioni magistrali e comunicazioni sui principali temi delle patologie ortopediche di carattere generale e specialistico, con una particolare attenzione ai risultati e alle nuove tecnologie di chirurgia ortopedica, anche robotiche.

 

«Il 2022 per noi ortopedici segna il ritorno al confronto in presenza dopo l’edizione Special Issue dell’anno scorso, in modalità ibrida, organizzata da remoto e in presenza, per via delle restrizioni legate al Covid-19», sottolinea il presidente SIOT, Prof. Paolo Tranquilli Leali. «Siamo tornati alla normalità e abbiamo scelto di affrontare tematiche aderenti alla realtà. Abbiamo anche preso spunto dalle nuove abitudini legate ai trasporti e più in generale alla mobilità  ̶ , prosegue  ̶ . Le città stanno diventando sempre più smart e, tenuto conto della frequenza degli incidenti stradali e della gravità delle conseguenze, si potrebbe parlare di “fracture city”: sono aumentati, infatti, i traumi legati alla diffusione di monopattini e bici elettriche, soprattutto fra i giovanissimi», spiega il presidente della SIOT.

 

«Altra tematica, è la traumatologia dello sport con la prevenzione, che interessa non solo i professionisti, ma tutti coloro i quali svolgono attività nei week-end, nel tempo libero o saltuariamente», va avanti. «Prevenzione è la parola d’ordine per combattere l’Osteoporosi, in uno scenario di progressivo invecchiamento della popolazione: la SIOT ha licenziato le Linee guida sulle fratture da fragilità e nel corso del congresso sarà presentato un dépliant riassuntivo sulle azioni da mettere in atto per evitare e prevenirle», anticipa Tranquilli-Leali. Sono previste, inoltre, tavola rotonde sul dolore e sulle infezioni: «La SIOT ha sviluppato un percorso strategico di formazione degli specialisti e degli specializzandi per arrivare a gestire meglio il dolore nell’ospedale», spiega. «Quanto alle infezioni, costituiscono un’emergenza internazionale. SIOT presenterà le Linee Guida sulla Diagnosi e Prevenzione delle Infezioni dell’apparato muscolo-scheletrico».

 

La Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia, inoltre, in prosecuzione della campagna di sensibilizzazione sull’importanza della comunicazione medico-paziente “Primum non tacere”, presenterà i risultati della survey tra i giovani ortopedici e gli specializzandi e un vademecum realizzato con l’obiettivo di raccogliere consigli e suggerimenti nella relazione con le famiglie, i caregiver e nella gestione di situazioni critiche o difficili.

 

A margine dei lavori saranno conferiti i premi Albero d’Oro della SIOT: «Saranno premiati due professionisti, una donna e un uomo che si sono distinti perché hanno favorito e migliorato la comunicazione tra medico e pazienti», conclude il presidente Tranquilli Leali.

 

Per avere ulteriori informazioni sul congresso SIOT è possibile consultare il sito della società a questo link

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *