Logo Alperia
Regioni e governo

Montagna: da Regione Valle d’Aosta fondi per monitoraggio valanghe

E per ridurre il rischio di interruzioni della val d'Ayas in caso di piene del torrente Evançon

23 Novembre 2022

Interventi per monitorare le valanghe e ridurre il rischio di interruzioni della val d’Ayas in caso di piene del torrente Evançon. Sono due degli atti approvati lunedì dalla giunta regionale della Valle d’Aosta. Il primo prevede l’acquisizione di un servizio di monitoraggio dei fenomeni valanghivi nel bacino di Peseun, nella zona del Pont di Valsavarenche, per un importo stimato di 125.172 euro. Il secondo è la convenzione con il Comune di Ayas per la realizzazione di una viabilità alternativa nella frazione di Champoluc, per consentire la riduzione del rischio idraulico del corso dell’Evançon. Lo comunica l’assessorato alle Opere pubbliche e al Territorio in una nota.

L’assessore Carlo Marzi dichiara che «è necessario intervenire nel bacino valanghivo di Peseun a protezione della strada regionale della Valsavarenche, interessata negli ultimi anni da diversi distacchi nei pressi della frazione Pont. Per ridurre il rischio a protezione della strada, la struttura regionale Assetto idrogeologico dei bacini montani ha individuato il posizionamento di un sistema di monitoraggio del versante, che in caso di allerta consente di interrompere il traffico ponendo in sicurezza il tratto di strada regionale potenzialmente a rischio. Si tratta di interventi che consentono di mantenere aperti i collegamenti stradali. Ne sono l’esempio i sistemi installati a Courmayeur, per il ghiacciaio di Planpincieux, e a Gaby per la frana di Serta».

La giunta ha autorizzato la convenzione tra la Struttura opere idrauliche e il Comune di Ayas, soggetto attuatore dell’intervento, per l’utilizzo della somma pari a 3 milioni di euro, a valere sui fondi messi a disposizione con l’assestamento di bilancio del 2022, per la realizzazione di una viabilità alternativa nella frazione di Champolu e la riduzione del rischio idraulico del corso d’acqua principale Evançon.

 

L’assessore Marzi evidenzia che «con la convenzione si definisce l’utilizzo a favore del Comune di Ayas della prima tranche, di 3 milioni di euro, messi a disposizione con l’assestamento di bilancio approvato dal Consiglio. È un primo, importante passo nella realizzazione dell’opera – del costo complessivo stimato in 11 milioni di euro – che, attraverso la realizzazione di una viabilità alternativa nel centro di Champoluc, consente di intervenire nella riduzione del rischio idraulico del torrente Evançon che attraversa il paese».

 

Fonte: Dire

(ph: Shutterstock)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *