Scienza e farmaci

Moderna, a luglio esito EMA su vaccino 12-17 anni

A meno che non siano necessarie informazioni aggiuntive

8 Giugno 2021

L’EMA ha iniziato a valutare la richiesta presentata dall’americana Moderna, di estendere l’uso del suo vaccino anti-Covid a mRna agli adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni. Lo comunica lo stesso ente regolatorio Ue, spiegando che il Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) condurrà una valutazione accelerata, al termine della quale l’agenzia comunicherà l’esito della sua valutazione, «prevista per luglio  ̶  si legge in una nota  ̶  a meno che non siano necessarie informazioni supplementari».

 

Il vaccino Covid-19 di Moderna, ricorda l’EMA «è autorizzato in Ue dal gennaio scorso per l’uso in persone di età pari o superiore a 18 anni». Nella loro valutazione accelerata sulla possibilità di estenderne l’impiego ai 12-17enni, gli esperti del Chmp esamineranno i dati presentati da Moderna nella sua richiesta, compresi i risultati di un ampio studio clinico in corso che coinvolge adolescenti di questa fascia d’età. Il trial è stato condotto in conformità con il Piano di indagine pediatrica (Pip) per il vaccino anti-Covid di Moderna, approvato dal Comitato pediatrico dell’EMA (Pdco).

 

Il parere del Chmp sull’estensione di utilizzo del vaccino, insieme a qualsiasi requisito per ulteriori studi e monitoraggio della sicurezza addizionale – riporta ancora l’EMA – sarà trasmesso alla Commissione europea che emetterà una decisione finale legalmente vincolante, applicabile in tutti gli Stati membri dell’Ue.

 

Fonte: Adnkronos Salute

(ph: Imagoeconomica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *