Logo Alperia
Ambiente

Legambiente Toscana: temi ambientali ancora troppo sottovalutati

Legambiente Toscana segnala come il cambiamento climatico non sia un tema citato in campagna elettorale

26 Agosto 2022

Dopo nubifragi e trombe d’aria portati dall’ultima ondata di maltempo, la Toscana inizia a fare i conti con gli effetti del cambiamento climatico. <<Sorprende constatare come in questa bruttissima campagna elettorale, i temi della lotta alla crisi climatica siano incomprensibilmente sottovalutati da quasi tutti i programmi di partito>>, afferma Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana. Lo dice commentando i fatti successi in regione e messi in fila dall’associazione ambientalista: alluvioni, ondate di calore, trombe d’aria, grandinate e nubifragi. Si tratta di eventi inevitabilmente legali al riscaldamento globale. <<Secondo i dati climatologici, quest’anno la Toscana ha visto l’estate più bollente di sempre, paragonabile solo a quella del 2003. Tra il 15 maggio e il 31 luglio 2022 si son registrate oltre 40 date con temperature massime superiori a 35 gradi. Persino le temperature del mare hanno raggiunto valori insoliti e da record: secondo le rilevazioni sono stati toccati picchi tra i 28 e i 30 gradi. Mai rilevati prima d’ora. Già a maggio scorso le temperature del mare erano salite di circa 4 gradi in più rispetto alla media del periodo 1985-2005>> afferma Ferruzza. L’Italia, secondo il presidente di Legambiente Toscana, è l’unico grande paese europeo privo di un adeguato Piano nazionale di adattamento al clima, ancora in bozza dal 2018; è necessaria una strategia progettuale e politiche innovative, per non incorrere sempre nelle emergenze post evento.

Fonte: Dire

(ph: Shutterstock)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.