Dall'Italia

Inter campione d’Italia: esplode la follia e anche la rabbia

In 30mila in Piazza Duomo a Milano. Ora a urlare sono commercianti e organizzazioni

3 Maggio 2021

L’Inter ha vinto lo scudetto 2020/21. La squadra allenata da Antonio Conte, grazie al pareggio dell’Atalanta contro il Sassuolo, si porta a casa il 19esimo scudetto.

 

Esplode la gioia, ma con molta probabilità anche il contagio. Vengono meno infatti, nell’euforia, mascherine, distanziamento e norme anti-assembramento.

 

Alla faccia dei ristoratori e dei baristi, costretti a lavorare, tempo e spazi permettendo, secondo le nuove norme previste dal decreto: quindi esclusivamente all’aperto e con tavoli distanziati. E i luoghi di cultura, sacrificati dal limite di posti previsti all’aperto per i grandi eventi, hanno assistito anch’essi sbalorditi ai pazzi festeggiamenti.

 

E così che ieri a Milano infatti, ma non solo, esplode la gioia dei tifosi, che si riversano nelle strade ma soprattutto si ritrovano in Piazza Duomo a Milano in 30mila per sventolare bandiere, urlare cori da stadio e inneggiare ai colori nero azzurro.

 

Il sindaco della città Sala è ora nella bufera per non aver previsto misure di contenimento per quello che poteva essere un evento più che scontato.

E ovviamente la preoccupazione aumenta anche sul fronte contagi, innescati dal maxi assembramento dei tifosi, che non hanno perso occasione per festeggiare anche in tutto il resto d’Italia. A nulla è servito neppure l’appello del club calcistico, che ha invitato a festeggiare con responsabilità e in sicurezza.

 

Insomma, siamo davvero pronti a riaprire gli stadi, a un mese dall’inizio degli Europei?

Inter campione d’Italia intanto, con un bel calcio di rigore segnato dal Covid.

 

(ph: Imagoeconomica)

Nico Parente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *