Focus Veneto

Il Veneto sfida il granchio blu e “semina” le Vongole veraci: ecco come torneranno nelle lagune

Sono oltre oltre 14 milioni gli esemplari della lunghezza di tre o quattro millimetri che verranno consegnati ai pescatori

9 Luglio 2024

In tutto ai pescatori del Consorzio di Scardovari ne verranno consegnati oltre 14 milioni di esemplari della lunghezza di tre o quattro millimetri: è il seme di Vongola verace che verrà poi seminato nelle lagune dove la produzione è stata azzerata a causa dell’invasione del granchio blu. In questi giorni, tramite il braccio operativo della Regione del Veneto, Veneto Agricoltura, è stato consegnato ai pescatori il primo di due lotti che rientrano nelle misure emergenziali approvate lo scorso autunno dalla Regione.

«L’intervento fa parte di un pacchetto di iniziative messe in atto dall’Agenzia regionale Veneto Agricoltura grazie ai 180.000 euro derivanti dall’assestamento di bilancio della Regione dello scorso anno, e l’obiettivo è quello di riattivare la produzione di Vongole veraci, un prodotto di eccellenza del Veneto e del Delta, azzerata dalla voracità del Granchio Blu – spiega l’assessore regionale alla Pesca, Cristiano Corazzari – è il primo lotto di seme di Vongola verace che verrà gestito in ambienti protetti, le strutture blu di preingresso, lontane dal vorace granchio. In seguito, quando gli esemplari avranno raggiunto la dimensione di 12 millimetri verrà seminato nelle lagune del delta, in aree protette, recintate, dove il granchio non potrà accedere».

La Regione ha «messo in campo tutte le misure possibili per aiutare i nostri pescatori – aggiunge Corazzari – ringraziamo il Governo per quanto fatto fino ad oggi, ma sollecitiamo ancora una volta il ministero perché arrivi la nomina del Commissario ma anche affinché approvi la proposta del Distretto della Pesca dell’Alto Adriatico di utilizzare le risorse Feampa per sostenere la lotta al granchio blu».

Potrebbe interessarti anche:  Il Treno della Salute arriva al capolinea: ultima tappa a Venezia

 

(ph: Shutterstock)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *