Logo Lidl Italia
Regioni e governo

Green pass, Fedriga: «Governo consideri soluzioni più applicabili»

Il Presidente della Conferenza delle Regioni: «5 mln i non vaccinati, non abbiamo questi tamponi»

12 Ottobre 2021

«Abbiamo sollevato la necessità che le misure possano essere applicate dal punto di vista organizzativo. Per questo abbiamo detto di trovare delle soluzioni perché chi ha necessità di fare il tampone possa effettivamente farlo. Stiamo parlando di quasi 5 milioni di persone non vaccinate in età lavorativa che potrebbero richiedere il tampone». Così il Presidente della Conferenza delle Regioni e Governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, intervenuto stamani su Radio1.

 

Il dubbio di Fedriga è che l’introduzione da venerdì prossimo del Green pass obbligatorio per i lavoratori, possa di fatto intasare nuovamente la sanità. «È chiaro che oggi non ci sia proprio fattivamente la possibilità di fare quel numero di tamponi  ̶   continua il Presidente  ̶ , perché la sanità deve seguire la parte di tracciamento e prevenzione e nessuno può pensare che possa fare la parte Green pass. Questa che deve andare sulla parte delle farmacie e del privato che possa erogare il servizio».

 

Fedriga per questo chiede che il Governo consideri soluzioni alternative, come l’autosomministrazione controllata sul posto di lavoro. «Già oggi vengono venduti in farmacia dei tamponi nasali, che non sono nasofaringei  ̶  prosegue  ̶ , quindi uno se lo può fare benissimo da solo e con qualcuno che controlla che venga fatto. È un’ipotesi che ho voluto sollevare, ma non è il mio compito, sia ben chiaro, è del CTS e della parte scientifica», sottolinea il governatore. E conclude: «Se ci sono strumenti, ho detto al Governo di valutarli, perché altrimenti rischiamo di fare una misura sicuramente utile per ridurre il rischio, ma che non è applicabile».

 

Fonte: Dire

(ph: Imagoeconomica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *