Logo Lidl Italia
Economia e lavoro

Giornata internazionale infermiere: in Italia ne mancano 70mila

Parente: «Quelli attivi devono fare i conti con turni di lavoro massacranti e retribuzioni basse»

12 Maggio 2022

«Dopo l’emergenza Covid è arrivato il momento di sistemare la sanità. Per farlo seriamente dobbiamo però partire dall’assistenza territoriale, che davanti alla pandemia si è rivelata il vero tallone d’Achille, e valorizzare la figura degli infermieri». È quanto afferma la Presidente della commissione Sanità del Senato, Annamaria Parente (Iv), in occasione della Giornata internazionale dell’infermiere.

 

«Bisogna dare continuità assistenziale ai pazienti che dopo l’ospedale tornano a casa. Il peso della malattia non deve ricadere solo sulle famiglie  ̶  osserva la senatrice Parente  ̶ . Per fare questo bisogna superare l’enorme carenza di personale qualificato e in particolare di infermieri, ai quali non finiremo mai di dire grazie per il grande sacrificio fatto durante l’emergenza Covid. Si stima che a oggi ne mancano almeno 70mila mentre quelli attivi devono fare i conti con turni di lavoro massacranti e retribuzioni basse. E nonostante le competenze acquisite gli infermieri non vengono considerati per il loro valore. Quindi, dopo questa Giornata celebrativa, da domani non torniamo a dimenticare gli eroi della pandemia. Come rappresentanti delle istituzioni abbiamo il dovere di batterci per ridare dignità alla professione infermieristica, renderla appetibile per i giovani, rafforzare la formazione con un adeguato riconoscimento economico e delle carriere e sostenere la figura dell’infermiere di comunità».

 

Fonte: Dire

(ph: Imagoeconomica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.