Logo Lidl Italia
Focus Veneto

Giornata donazione organi e tessuti: l’appello di Ulss 2 e sindaci ai cittadini

«Donare è espressione di reciprocità»

9 Aprile 2021

Si celebra domenica 11 aprile la 24ma Giornata nazionale per la donazione e il trapianto di organi e tessuti: una scadenza doppiamente importante, quest’anno, volta a non farci dimenticare che la pandemia non ha cancellato le altre malattie tra cui, appunto, le gravi insufficienze d’organo. Attualmente sono 8.500 le persone che, a livello nazionale, sono in attesa di trapianto.

 

«In un momento in cui la pandemia sta rendendo molto più complicato il lavoro delle terapie intensive, riducendo di conseguenza i prelievi di organi e anche i trapianti – ricorda il Direttore Generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi – diventa ancora più fondamentale il consenso alla donazione. Di qui l’appello che, assieme a tutti i sindaci, rivolgo ai nostri cittadini: ognuno di noi può salvare delle vite esprimendo il proprio sì alla donazione, che rappresenta una delle massime espressioni di reciprocità e solidarietà».

 

«La forza e la coesione di una comunità – sottolineano i Presidenti dei Comitati Sindaci dei distretti di Treviso, Pieve di Soligo e Asolo – si vedono soprattutto nel momento del bisogno. Come Sindaci siamo vicini al dolore dei nostri concittadini di fronte alla scomparsa di una persona cara, ma fortunatamente siamo anche tra i primi condividere la gioia quando qualcuno guarisce grazie ad un trapianto. Questa esperienza ci mostra come la donazione degli organi oltre a ridare speranza e gioia a chi riceve, aiuta nel dolore i cari di chi è mancato. Ci uniamo come Presidenti dei Comitati Sindaci dei distretti di Treviso, Pieve di Soligo e Asolo all’appello del Direttore Generale, dott. Benazzi, nel ribadire l’importanza dell’espressione del consenso alla donazione: un doppio atto d’amore e una grande eredità che viene lasciata al mondo».

 

Nell’Ulss 2, nel corso del 2020 nonostante le limitazioni dovute alla pandemia, sono stati 59 i donatori di tessuti e 30 i donatori di organi.

Al fine di incentivare la cultura del dono Ministero della Salute e Centro Nazionale Trapianti, in collaborazione con le associazioni di settore, hanno realizzato la campagna informativa «Donare è una scelta naturale», che veicola un messaggio semplice: la donazione è una scelta naturale, che non costa nulla dato che avviene dopo la morte, e che può salvare la vita fino a sette persone bisognose di un trapianto e restituire a molte altre una migliore qualità di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *