Logo Alperia
Ultima ora

Eurovision 2024, le 8 cose che (forse) non sai sulla kermesse europea

6 Maggio 2024

(Adnkronos) – Ci siamo: l’Eurovision scalda i motori, e alla Malmo Arena è tutto pronto per il debutto. Da domani fino a sabato 11 maggio al via la kermesse musicale più importante d’Europa, che sbarcherà sulle tv di milioni di persone appassionate pronte a tifare i loro beniamini. L’Italia, già in finale insieme a Francia, Germania, Spagna e Regno Unito, sarà rappresentata da Angelina Mango – vincitrice di Sanremo 2024 con il suo brano ‘La Noia’- che si esibirà nel gran finale di sabato accanto ai 20 selezionati dalle due semifinali e agli altri Big Five più la Svezia.  

Vediamo alcune curiosità della manifestazione che forse non tutti conoscono. Quando è nata Eurovision? Quella del 2024 è la 68esima edizione del concorso: la prima edizione si tenne nel 1956 al teatro Kursaal di Lugano, in Svizzera, e allora furono sette i Paesi concorrenti, tra cui l’Italia. L’Eurovision si è mai svolto in Italia? Sì, il nostro Paese ha ospitato altre due volte questa gara: nel 1965, al centro Rai di Napoli e nel 1991 a Cinecittà (Roma). Quanti sono i Paesi in gara? Le nazioni concorrenti sono ben 40, con artisti che cantano in 14 lingue diverse: dallo spagnolo al serbo, dal tedesco al greco, dal portoghese allo svedese.  

E’ vero che esiste un gruppo di fan che vota prima della gara? Sì. Ogni anno i membri dell’Ogae, un’organizzazione internazionale formata da una rete di gruppi fan della competizione, di paesi europei e non, ha l’opportunità di ascoltare i brani e votarli. Quest’anno, le votazioni si sono svolte dal 1º al 28 aprile e i risultati sono stati pubblicati sul sito web dell’organizzazione. La classifica dell’Ogae è questa: Svezia al primo posto, poi Filnandia, Francia, Norvegia e Austria.  

Quanti sono gli ascoltatori delll’Eurovision Song Contest? Nel 2023 l’evento è stato seguito in diretta televisiva da 162 milioni di spettatori nei 38 paesi che hanno reso disponibili i propri dati di ascolto, 1 milione in più rispetto all’edizione precedente. Al dato devono aggiungersi quelli dei social: 7,6 milioni di utenti che hanno seguito la trasmissione della finale su YouTube e 4,8 milioni su TikTok. L’Italia ha mai vinto, e quante volte? Il nostro Paese ha vinto tre volte: nel 1964 con ‘Non ho l’età’ di Gigliola Cinquetti, nel 1990 con ‘Insieme: 1992’ di Toto Cutugno e nel 2021 con ‘Zitti e buoni’ dei Maneskin. 

E’ sempre andato in onda regolarmente dalla sua nascita? Solo nel 2020 il Covid ha imposto uno stop. L’evento avrebbe dovuto svolgersi al Rotterdam Ahoy nei Paesi Bassi; la pandemia in corso non ha permesso il regolare svolgimento della manifestazione, che, per la prima volta nella sua storia, viene annullata. C’è un limite di età per partecipare? I concorrenti devono avere compiuto almeno 16 anni di età, e sul palco non possono essere presenti più di sei persone (sono inclusi i gruppi e gli eventuali ballerini o coristi). La regola fu inserita a partire dal 1990, a seguito delle polemiche sull’edizione del 1989, cjhe scatenò un putiferio perché due artisti in gara avevano appena 12 anni: si trattava della francese Nathalie Paque e dell’israeliano Gili Netanael. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *