Ultima ora
Logo Alperia
Ultima ora

Dengue, “innalzare livello di allerta” in porti e aeroporti: la circolare

13 Febbraio 2024

(Adnkronos) – L’emergenza Dengue in Brasile e l’aumento globale dei casi fanno innalzare l’allerta nei porti e negli aeroporti in Italia. E’ l’obiettivo della circolare ‘Innalzamento livello di allerta relativamente alla diffusione della dengue presso i punti di ingresso italiani’, messa a punto dall’Ufficio 3 (Coordinamento Usmaf-Sasn) del ministero della Salute. “A causa dell’aumento globale dei casi di Dengue, su disposizione del direttore generale, Francesco Vaia, si invitano gli Uffici di sanità marittima aerea e di frontiera (Usmaf-Sasn) a innalzare il livello di allerta e vigilanza nei confronti dei vettori provenienti e delle merci importate dai Paesi in cui è frequente e continuo il rischio di contrarre la malattia o dove è presente Aedes aegypti”.  

La circolare – che l’Adnkronos Salute ha avuto modo di visionare – ricorda “che il Regolamento sanitario internazionale (Capitolo IV – Disposizioni speciali per merci, container e aree di carico container e Allegato 5 misure specifiche per malattie a trasmissione vettoriale) prevede che l’area aeroportuale/portuale e i 400 metri circostanti siano tenuti liberi da fonti di infezione e contaminazione, quindi anche roditori e insetti”. 

“Come già previsto dalla circolare del ministero della Salute del 28 settembre 2017, e in ossequio al Piano nazionale di prevenzione, sorveglianza e risposta alle arbovirosi (Pna) 2020-2025 raccomanda agli Usmaf-Sasn di vigilare attentamente – precisa il documento – sulla disinsettazione degli aeromobili (tenendo in considerazione quanto previsto dalle circolari 25 marzo 2016; 27 luglio 2016; 19 agosto 2016, emanate in occasione degli outbreak di Zika) e di valutare – conclude – l’opportunità di emettere ordinanze per l’effettuazione di interventi straordinari di sorveglianza delle popolazioni di vettori e altri infestanti e di disinfestazione”.  

“La zanzara a cui si riferisce la circolare è l’Aedes aegypti, zanzara vettore specifico di Zika ed anche del virus Dengue – dice Vaia all’Adnkronos Salute – Tale zanzara non è presente nel nostro territorio e, pertanto, ne vogliamo impedire l’arrivo in Italia. Tra l’altro il nostro Paese è uno dei pochi se non l’unico in Europa che ha queste misure alla frontiera”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *