Logo Lidl Italia
Focus Veneto

Covid: l’europarlamentare veneta Moretti alla guida della commissione S&D

«Lavorerò perché alcune funzioni cruciali vengano portate a livello europeo»

13 Maggio 2022

L’europarlamentare veneta Alessandra Moretti è stata nominata relatrice per il gruppo S&D nella Commissione speciale Covid del Parlamento europeo, nata per analizzare approfonditamente quanto accaduto durante la pandemia per fare in modo che l’Unione e gli Stati membri imparino da questa esperienza traumatica e siano pronti in futuro ad affrontare eventi simili qualora si ripetessero.

«La pandemia ha reso palese la fragilità di sistemi sanitari frammentati in cui, specie all’inizio, è mancato un forte coordinamento delle iniziative», sottolinea Moretti. «Lavorerò in Commissione perché alcune funzioni cruciali vengano portate a livello europeo. L’Unione oggi non ha competenze dirette sulla sanità e sulla salute il che costituisce un oggettivo ostacolo a garantire uno dei diritti fondamentali per oltre 450 milioni di persone». La Commissione ha tempo 12 mesi per elaborare un rapporto in cui saranno evidenziate le problematiche nella gestione della pandemia e le proposte di soluzioni per il futuro.

«Il mio impegno sarà anche rivolto a individuare le esperienze di valore che hanno consentito di salvare molte vite umane durante la crisi sanitaria più grave della storia recente», dice l’europarlamentare.

 

«Per il nostro paese il Covid ha significato dolore e morte, sofferenze per tante persone e le loro famiglie, fin dalle prime settimane», ricorda Moretti. E ancora «oggi molti cittadini pagano le conseguenze dirette con il cosiddetto Long Covid o indirette, con le difficoltà e le pressioni sui sistemi sanitari che impediscono a troppe persone di ricevere cure adeguate anche per altre malattie». Il Covid ha avuto anche conseguenze economiche e sociali, soprattutto sulle fasce più deboli della popolazione, i più poveri, i più giovani e alimentando ancora di più le discriminazioni di genere e la violenza contro le donne. In Italia, tuttavia, la pandemia ha anche «mostrato il volto migliore del nostro paese, fatto di competenze che tutto il mondo ci invidia, di medici e professionisti della sanità che si sono sacrificati, a volte anche a costo della vita». E dunque «sono particolarmente orgogliosa – conclude Moretti -, che i colleghi deputati abbiano scelto un’italiana proveniente da una regione come il Veneto, che è stata tra le più colpite, dando significato simbolico oltre che politico a questa scelta».

 

Fonte: Dire

(ph: Imagoeconomica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.