Logo Alperia
Regioni e governo

Covid: in netto calo i ricoveri (-20% in 7 giorni)

-22% nelle terapie intensive

10 Agosto 2022

Calano in modo deciso i ricoveri Covid in Italia nell’ultima settimana.

In area medica la rilevazione negli ospedali aderenti alla rete sentinella della Fiaso fa segnare un -20%; dato simile per le terapie intensive, che registrano un -22% rispetto alla settimana precedente e un indice di occupazione stabile al 4,4%. Lo riferisce la Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere nel suo ultimo report.

 

Il rallentamento delle infezioni da Sars-CoV-2 si sta ora riflettendo anche sui ricoveri, che si riducono dopo la stabilità registrata la settimana scorsa e la crescita delle settimane antecedenti, sottolinea la Fiaso.

 

In netto calo anche i pazienti “con Covid”, il cui ricovero è stato determinato da altre patologie, ma che sono risultati positivi al tampone. Rappresentano comunque il 60% dei ricoverati nelle aree Covid degli ospedali oggetto della rilevazione.

 

Nell’ultima settimana sono in calo del 27% i ricoveri Covid negli ospedali pediatrici e nei reparti di pediatria degli ospedali aderenti al network sentinella della Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere. Nessun bambino è presente in terapia intensiva, sottolinea nel suo ultimo report.

La classe 0-4 anni è sempre la più colpita (76,5% dei ricoverati), si legge, mentre i bambini sotto i 6 mesi sono il 32,3% del totale.

 

Oltre l’80% dei soggetti vaccinati presenti in area medica ha una età media di 76 anni e non si è sottoposto alla quarta dose. Nelle intensive l’età media scende a 73 anni e il 100% dei soggetti è affetto da altre patologie, ma anche tra questa fascia di popolazione fragile permane la sottovalutazione del rischio e la mancata somministrazione della seconda dose booster.

 

Fonte: Adnkronos Salute

(ph: Imagoeconomica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.