Logo Alperia
Regioni e governo

Covid, da settembre docenti no vax tornano in classe. Sileri: «E’ giusto»

Il sottosegretario alla Salute: «Oggi è tutto cambiato, non serve più quel rigore degli obblighi»

22 Agosto 2022

Da settembre è previsto il ritorno nelle scuole di docenti e operatori scolastici non vaccinati contro il Covid. Un reintegro, questo, che il sottosegretario alla Salute Sileri, interpellato sul tema nel corso della trasmissione “Gli inascoltabili”, su Radio New Sound Level 90,00, considera oggi «giusto. Il perché è semplice: quando furono prese queste misure rigorose e forti, anche molto contestate, era un momento della pandemia ben definito. Si stava partendo con le vaccinazioni, c’erano molti morti, il virus circolava in maniera intensa ed era necessario delineare un perimetro rigido che oggi non serve più».

 

«Siamo in una situazione epidemiologica diversa  ̶  spiega Sileri  ̶  con una popolazione ampiamente vaccinata, con i nostri anziani (anche se non nella totalità) ampiamente protetti. Quindi non serve più quel rigore, come quello rappresentato dagli obblighi, che invece abbiamo dovuto applicare in un momento storico preciso».

Per l’esponente del Governo, quindi, «tutti coloro che usano frasi come “no Green pass”, “no vaccini” sono davvero anacronistici. Parlare oggi di fare un movimento contro il Green pass, ben sapendo che questo strumento non ci sarà più, non ha senso. Oggi non andiamo più incontro a un lockdown. È tutto cambiato».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.