Logo Lidl Italia
Focus Veneto

Campagna vaccinale, oltre 1000 defezioni in Ulss 2 per paura di AstraZeneca

L'Azienda è stata costretta a ricorrere alle convocazioni d'urgenza

14 Marzo 2021

Nell’ambito della campagna vaccinale contro il Covid-19 l’Ulss 2 ha registrato, nella giornata di sabato 13 marzo, la defezione di circa 1.000 persone rispetto alle circa 3.600 prenotate. Le defezioni improvvisamente registrate tra il personale scolastico e le forze dell’ordine sono state la conseguenza delle notizie relative a presunti eventi avversi legati all’utilizzo di AstraZeneca.

 

A seguito delle improvvise defezioni l’Ulss 2 ha immediatamente attivato le convocazioni suppletive previste, rivolte ad alcune coorti di anziani dai quali, stante anche l’assenza di preavviso rispetto alla convocazione, ha ottenuto un numero limitato di adesioni, relative alla giornata di domenica. A quel punto, data la necessità di reperire in brevissimo tempo un migliaio di persone da vaccinare per non correre il rischio di sprecare vaccini,  è stato deciso di estendere l’offerta vaccinale “in emergenza” alle assistenti sociali, alla polizia locale e alle assistenti domiciliari dei Comuni, tramite i Sindaci, e ai giornalisti.

 

In un breve arco di tempo tutte le disponibilità di slot vaccinali rimasti vacanti a seguito delle defezioni sono state occupate con i lavoratori dei Comuni e, di conseguenza, sono state  sospese le convocazioni urgenti suppletive dei giornalisti.

 

(ph: Shutterstock)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *