Logo Alperia
Focus Veneto

“Basta una zampa” per far sorridere i bimbi ricoverati

L’Ulss 7 Pedemontana ha rinnovato la convenzione con For a Smile Onlus per la pet therapu

9 Novembre 2022

Basta poco per regalare un sorriso ai bambini ricoverati in pediatria, rendendo la loro permanenza in ospedale un’esperienza meno traumatica.

“Basta una zampa” è il nome del progetto di dog therapy avviato dall’Ulss 7 Pedemontana con For a Smile Onlus, che già nel mese di novembre e dicembre vedrà i coadiutori specializzati e i loro cani far visita ai piccoli pazienti degli ospedali di Bassano e Santorso, per poi proseguire gli incontri di I.A.A. (Interventi Assistiti con Animali – Dog Therapy) per buona parte del 2023.

 

I benefici della Dog Therapy

«Accade sempre qualcosa di straordinario, quando un bambino vede un amico a quattro zampe che gli corre incontro – ha commentato Ludovica Vanni, Presidente e Socio Fondatore di For A Smile Onlus -. Accade che la routine della vita ospedaliera all’improvviso cambia. Si accende la curiosità e la voglia di scendere dal letto e giocare. La Dog Therapy aiuta i piccoli pazienti ad aumentare la fiducia in se stessi, riducendo la tensione e migliorando il loro benessere psico-fisico, donando così gioia anche alle loro famiglie».

Più in dettaglio, è ormai dimostrato come la Dog Therapy abbia numerosi risvolti positivi per i pazienti pediatrici: oltre ad aumentare la fiducia in se stessi, elaborazione del linguaggio verbale e non-verbale nella comunicazione, senso di protezione in una fase dominata dall’incertezza, valvola di sfogo emotivo, miglioramento di alcuni aspetti motori, miglioramento dello spirito di gruppo; inoltre queste iniziative sono particolarmente indicate per bambini che vivono in contesti fragili, per i bambini con disabilità, affetti da autismo o altri disturbi del neurosviluppo. I singoli incontri di Dog Therapy vengono strutturati di volta in volta in base alle esigenze del gruppo o del bambino/bambina. L’obiettivo resta comunque quello di lavorare sulle emozioni, abbassare il livello di stress e di malessere. Come? «Con attività ludiche in grado di promuovere la corretta interazione uomo-animale e di aiutare i più piccoli ad allenare alcune capacità utili per vivere meglio le emozioni e affrontare con più forza le difficoltà – spiega Ludovica Vanni -. La relazione e la sintonia che si instaurano con il cane portano lo sviluppo dell’ormone serotonina, emozioni nuove e situazioni diverse che spingono a comunicare con un linguaggio verbale e non verbale. L’armonia che i coadiutori specializzati IAA instaurano con il cane, il quale non giudica, non rifiuta, si dona incondizionatamente, stimola sorrisi e non ha pregiudizi, aiuta i più piccoli a trarre fiducia in se stessi e sostegno per affrontare le sfide della vita quotidiana. In tal senso, la Dog Therapy può aiutare a sviluppare delle vere e proprie “life skills”, ossia un insieme di abilità sociali, cognitive e personali che consentono di affrontare positivamente le sfide riservate dal quotidiano».

Per il 2022 l’attività è stata finanziata a livello nazionale da ELANCO ITALIA che ha scelto di sostenere gli ospedali nell’autunno del 2022 questa importante iniziativa di responsabilità sociale, mentre per tutto il 2023 il progetto di Dog Therapy negli ospedali di Bassano e Santorso sarà sostenuto economicamente dai club Lions di Bassano, Marostica, Thiene e Schio e alcune realtà del territorio, come spiega Silvia Cenere, vicepresidente del Lions Club Bassano Jacopo da Ponte: «Questo è un progetto che avevamo già pianificato ancora per il 2020 ma poi a causa della pandemia non siamo riusciti a realizzare questo service, abbiamo dunque programmato di proseguire l’attività di questi primi due mesi anche nel prossimo anno, da aprile e a giugno e da ottobre a dicembre. E proprio con lo scopo di raccogliere fondi per questa attività nel 2023 il 24 marzo la Distilleria Poli ci ospiterà nella sua sede a Schiavon per l’evento “Degustiamo 2023”, una degustazione di prodotti del territorio alla quale parteciperanno circa 400 persone».

(Ph. Shutterstock)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *