Scienza e farmaci

AstraZeneca: sono 930mila gli italiani under 60 a cui è stato somministrato

Il Presidente AIFA: «E per i soggetti tra i 12 e i 15 anni serviranno 2,5 mln di dosi»

15 Giugno 2021

Sono circa 930.000 gli italiani under 60 a cui è stato somministrato il vaccino AstraZeneca, e che ora dovranno quindi avere una seconda dose di vaccino a Rna messaggero.

«Serviranno circa 2,5 milioni di dosi per i soggetti tra i 12 e i 15 anni che non erano previsti in campagna vaccinale, e quindi evidentemente ci sarà un ricalcolo» relativo alla fine della campagna vaccinale. Ad affermarlo è stato il Presidente AIFA Giorgio Palù, oggi a palazzo Balbi, a Venezia, ipotizzando che la campagna possa comunque concludersi a settembre.

 

Il numero di test effettuati per approvare la somministrazione dei vaccini contro il Covid ai soggetti tra i 12 e i 15 anni «è sufficiente a dimostrare l’efficacia ma non la safety». Ora, tuttavia, «i dati si stanno accumulando – e si sono registrati – pochi casi di reazione avversa» ha spiegato Palù, rispondendo alle domande della stampa in merito alla decisione della Germania di fermare la somministrazione dei vaccini contro il Covid ai minorenni. «A una famiglia direi che vaccinarsi non è solo un diritto per la nostra salute ma un dovere per la nostra comunità», ha concluso il vertice dell’Agenzia italiana del Farmaco.

 

Fonte: Dire

(ph: Imagoeconomica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *