Scienza e farmaci

AstraZeneca, Bassetti: «AIFA e CTS si esprimano chiaramente, limitare vaccino non serve»

L'infettivologo: «Puntare solo su Pfizer, Moderna e poi su CureVac»

10 Giugno 2021

«Si decida da domani se il vaccino AstraZeneca non si deve più usare e ci si attrezzi per fare solo vaccini a mRna. Non serve limitarlo ad alcune età, a questo punto andrebbe stoppato in tutte le età, chiedendo scusa agli italiani per la comunicazione errata e antiscientifica su questo vaccino.
Si punti quindi unicamente sui vaccini di Pfizer, Moderna e poi su CureVac. Ma deve essere una scelta politica». A scriverlo su Facebook è il direttore della clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, Matto Bassetti.

 

«Sul vaccino AstraZeneca e, in generale, sui vaccini a vettore virale serve una posizione chiara e definitiva di AIFA e del CTS  ̶  esorta l’infettivologo  ̶  i dati scientifici inglesi e EMA ci dicono che il vaccino di AstraZeneca si può usare in tutte le età. Basta con il balletto delle comunicazioni e delle raccomandazioni che hanno cambiato le fasce d’età per questo vaccino, con errori enormi di comunicazione sia dell’Agenzia del farmaco che del ministero della Salute». Bassetti aggiunge che «l’opinione pubblica è inferocita sul vaccino AstraZeneca, le istituzioni non possono lasciare da soli i medici e le Regioni a difenderli».

 

(ph: Imagoeconomica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *