Ultima ora
Logo Alperia
Artrite

Artrite: che cos’è, cause, sintomi e come curarla

L'artrite si configura come una patologia infiammatoria che interessa le articolazioni, portando a dolore, gonfiore, rigidità e, in casi avanzati, alla perdita della funzionalità articolare.

1 Maggio 2024
artrite

Definizione e Classificazione dell’Artrite

La malattia si manifesta in diverse forme, ognuna con specifiche caratteristiche e meccanismi patogenetici. Tra le più comuni si annoverano l’artrite reumatoide, una malattia autoimmune caratterizzata dalla distruzione progressiva del tessuto articolare, e l’osteoartrite, associata al deterioramento del tessuto cartilagineo a causa di fattori meccanici e biologici. Altre forme includono l’artrite psoriasica, l’artrite associata alle malattie infiammatorie intestinali, l’artrite reattiva e le spondiloartriti.

La classificazione dell’artrite si basa su criteri clinici, laboratoristici e radiologici, consentendo di distinguere le varie forme in base alla patogenesi, alla distribuzione delle articolazioni coinvolte e alle manifestazioni extra-articolari. Questo approccio multidimensionale è cruciale per l’identificazione della forma specifica di artrite, poiché la strategia terapeutica e la prognosi possono variare significativamente in funzione della diagnosi. Ad esempio, l’artrite reumatoide richiede spesso l’uso di farmaci immunosoppressori per controllare l’attività della malattia e prevenire il danno articolare, mentre l’osteoartrite può essere gestita principalmente con modifiche dello stile di vita, farmaci antinfiammatori non steroidei e terapie fisiche.

La comprensione delle basi patogenetiche dell’artrite è di fondamentale importanza per lo sviluppo di strategie terapeutiche mirate. La ricerca scientifica ha identificato numerosi fattori che contribuiscono all’insorgenza e alla progressione delle diverse forme di artrite, tra cui predisposizioni genetiche, disfunzioni del sistema immunitario, fattori ambientali e meccanici. Queste conoscenze hanno portato allo sviluppo di terapie biologiche e farmaci antinfiammatori di nuova generazione, che hanno notevolmente migliorato la qualità della vita dei pazienti affetti da forme più aggressive di artrite.

Cause e Sintomi dell’Artrite: Una Panoramica

Le cause dell’artrite sono molteplici e variano a seconda della forma specifica della malattia. Nell’artrite reumatoide, il sistema immunitario attacca per errore il tessuto sinoviale che riveste le articolazioni, causando infiammazione e danno articolare. Fattori genetici, come la presenza di specifici alleli HLA, possono aumentare il rischio di sviluppare questa forma di artrite. Al contrario, l’osteoartrite è comunemente associata all’invecchiamento, all’uso eccessivo delle articolazioni, a traumi precedenti e a fattori di rischio quali l’obesità, che aumentano il carico meccanico sulle articolazioni.

I sintomi dell’artrite possono variare notevolmente in intensità e natura, ma generalmente includono dolore articolare, gonfiore, arrossamento, calore locale e riduzione della mobilità articolare. Nei casi di artrite reumatoide, i sintomi possono manifestarsi in modo simmetrico, coinvolgendo le stesse articolazioni su entrambi i lati del corpo. Inoltre, la malattia può presentare manifestazioni extra-articolari, come affaticamento, febbre e coinvolgimento di organi interni. L’osteoartrite, d’altro canto, tende a colpire le articolazioni maggiormente sottoposte a stress, come quelle delle mani, delle ginocchia, delle anche e della colonna vertebrale, e i sintomi tendono ad aggravarsi con l’attività fisica.

La diagnosi precoce e un approccio terapeutico mirato sono essenziali per gestire efficacemente l’artrite e prevenire il danno articolare a lungo termine. Le strategie terapeutiche variano in base alla forma di artrite e possono includere farmaci antinfiammatori, immunosoppressori, modifiche dello stile di vita, terapie fisiche e, in alcuni casi, interventi chirurgici. È essenziale monitorare attentamente l’evoluzione della malattia e adeguare il trattamento in base alla risposta del paziente e alla progressione dei sintomi.

In caso di manifestazione di sintomi che potrebbero suggerire la presenza di una forma di artrite, è raccomandato rivolgersi a un medico per una valutazione approfondita. Solo un professionista sanitario può determinare la causa dei sintomi e consigliare il percorso diagnostico e terapeutico più appropriato. La gestione dell’artrite richiede spesso un approccio multidisciplinare, che può includere la collaborazione tra reumatologi, fisioterapisti, ortopedici e altri specialisti, per garantire una cura ottimale e personalizzata in base alle esigenze del paziente.

Riferimenti:

Elena Domazzani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *