Logo Alperia
Regioni e governo

Aborto, ecco la proposta di legge di Gasparri sui “diritti del concepito”

Il senatore forzista chiede di modificare l'articolo 1 del Codice civile

19 Ottobre 2022

«Il disegno di legge sui “diritti del concepito” lo presento da tempo all’inizio di tutte le legislature, è un impegno morale che avevo preso con Carlo Casini del movimento per la vita, che fu a lungo deputato Dc e che è scomparso alcuni anni fa. Mi farebbe piacere una discussione serena su questi temi. Che avesse almeno come obiettivo la applicazione dell’intera legge 194, che non va abolita, ma che andrebbe rispettata in tutte le sue norme. Parlare della vita sarà lecito o no? Ripresento sempre questa proposta sperando che prima o poi si possa discutere con serenità di questi temi. Nessuna imposizione ma nessuna fuga davanti a questioni di cui comprendo la rilevanza, la delicatezza e la complessità». Così il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri.

Il testo depositato da Gasparri chiede di intervenire sull’articolo 1 del Codice civile. Che, nella sua versione attuale, recita: “La capacità giuridica si acquista dal momento della nascita. I diritti che la legge riconosce a favore del concepito sono subordinati all’evento della nascita”.

Il senatore forzista propone di modificare l’articolo in questione, sostituendolo con la seguente dicitura: “Ogni essere umano ha la capacità giuridica fin dal momento del concepimento. I diritti patrimoniali che la legge riconosce a favore del concepito sono subordinati all’evento della nascita”.

 

«La mia speranza è che almeno, come hanno detto più volte Meloni, Tajani, Salvini, si arrivi alla piena e non parziale applicazione della 194», conclude.

 

Fonte: Dire

(ph: Imagoeconomica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *